+39 041-5277253
 

A distanza di quasi cinquant’anni, impossibile è dimenticare l’enorme pericolo che colpì Pellestrina e San Pietro in Volta il 4 novembre 1966, quando una furiosa mareggiata mise in ginocchio l’intero litorale.

Quell’imponente diga in pietra d’Istria chiamata “murazzi”, fatta costruire dalla Repubblica di Venezia per difendere gli argini della Laguna dall’erosione del mare, seppur esausta e duramente provata, quella mattina del 1966 aveva svolto il compito più nobile per la quale (forse) non sapeva neppure di essere nata, cioè quello di salvare gli abitanti dell’intera isola. Questa lunghissima fascia bianco-grigia che sembra abbracciare tutta l’isola, è alta 4 metri e larga 14, fu ideata nel 1716 da padre Vincenzo Coronelli e costruita ,in seguito, ad opera dell’ ingegnere Bernardino Zendrini ( dal quale poi prenderà e conserverà tutt’oggi il nome la scuola primaria dell’isola). Curiosa ai più attenti osservatori, è la presenza di bellissimi fossili che, posizionati qua e là lungo tutta l’estensione dei murazzi, sembrano offrirsi a chiunque voglia ammirarli. Si tratta di fossili di ammonite risalenti probabilmente al Giurassico,150 milioni di anni fa.

Condividi con...
Show Buttons
Hide Buttons